Tumore prostata
Tumore Vescica
Tumore prostata
Tumore Vescica

Uso di Carnitina, Acetilcarnitina o Carnitina più Acetilcarnitina negli uomini con astenozoospermia idiopatica


È stato effettuato uno studio randomizzato, controllato con placebo, in doppio cieco per valutare l'efficacia della L-Carnitina ( Carnitina ) o del L-Acetil-Carnitina ( L-Acetilcarnitina; Acetilcarnitina ) o del trattamento combinato Carnitina più Acetilcarnitina nel migliorare i parametri cinetici dello sperma e la capacità totale di neutralizzazione dei radicali dell’ossigeno a livello spermatico.

Hanno completato lo studio 59 uomini infertili, di età compresa tra 20 e 40 anni, con i seguenti criteri di selezione dello sperma di riferimento: concentrazione superiore a 20 x 106/ml, motilità in avanti dello spermatozoo inferiore al 50% e normale morfologia dello spermatozoo superiore al 30%.

I pazienti sono stati sottoposti a una terapia in doppio cieco con Carnitina 3 g/die, Acetilcarnitina 3 g/die, una combinazione di Carnitina 2 g/die e Acetilcarnitina 1 g/die, oppure placebo.

Il disegno dello studio era 1 mese di run-in, 6 mesi di terapia o placebo e 3 mesi di valutazione di follow-up.

L’esito principale erano le variazioni dei parametri dello sperma utilizzati per la selezione del paziente e le variazioni della capacità di neutralizzazione dei radicali dell’ossigeno totale del liquido seminale.

La motilità dello spermatozoo ( totale e in avanti, comprese le caratteristiche cinetiche determinate mediante analisi spermatica computerizzata ) è risultata aumentata nei pazienti a cui è stata somministrata Acetilcarnitina sia da sola che in combinazione con Carnitina.
La terapia combinata Carnitina più Acetilcarnitina ha portato a un significativo miglioramento della velocità progressiva rettilinea dopo 3 mesi.

Anche la capacità di neutralizzazione dei radicali dell’ossigeno totale dello sperma rivolta verso i radicali idrossido e perossido è aumentata, ed era positivamente correlata al miglioramento delle caratteristiche cinetiche.

I pazienti con valori basali più bassi di motilità e capacità di neutralizzazione dei radicali dell’ossigeno totale del liquido seminale avevano una probabilità significativamente maggiore di rispondere al trattamento.

In conclusione, la somministrazione di Carnitina e Acetilcarnitina è efficace nell'aumentare le caratteristiche cinetiche degli spermatozoi nei pazienti affetti da astenozoospermia idiopatica, e migliora la capacità totale di neutralizzazione dei radicali dell’ossigeno del liquido seminale nella stessa popolazione. ( Xagena2005 )

Balercia G et al, Fertil Steril 2005; 84: 662-671

Uro2005 Farma2005


Indietro