Tumore Vescica
Tumore prostata
Tumore prostata
EAU17

Confronto tra solo Dapoxetina a richiesta e associazione Dapoxetina e Mirodenafil nei pazienti con eiaculazione precoce permanente


Esistono evidenze parziali a sostegno dell'uso degli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 per il trattamento della eiaculazione prematura.

E’stato confrontato il trattamento con la sola Dapoxetina ( Priligy ) a richiesta con l’associazione di Dapoxetina e Mirodenafil in soggetti con eiaculazione precoce permanente e senza disfunzione erettile.

Hanno preso parte allo studio prospettico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, 118 individui con eiaculazione prematura permanente senza disfunzione erettile.

La eiaculazione precoce è stata diagnosticata usando il DSM-IV ( Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders; quarta edizione ).

I pazienti sono stati divisi in due gruppi: Dapoxetina 30 mg più placebo ( gruppo A, n=56 ) e Dapoxetina 30 mg più Mirodenafil 50 mg ( gruppo B, n=62 ).

Sono stati misurati il tempo di latenza eiaculatoria intravaginale (IELT) e il tempo dai preliminari all’inizio del rapporto sessuale ( FTIT ) con un cronometro, e l’indice PEP ( Premature Ejaculation Profile ).

Nell'arco delle 12 settimane dello studio, il tempo di latenza eiaculatoria intravaginale, il tempo complessivo dell’atto sessuale ( OSAT ) e il punteggio dell’indice PEP sono significativamente migliorati nel gruppo B rispetto al gruppo A ( aumento media geometrica di IELT nel gruppo A e B = 3.6 e 6.1 minuti, P=0.026; aumento media geometrica di OSAT nel gruppo A e B = 5.5 e 9.9 minuti, p=0.012; aumento mediano del punteggio dell'indice PEP nel gruppo A e B = 1.0 e 1.3, P=0.046 ).

Tuttavia, non è stata riscontrata alcuna differenza significativa tra i due gruppi rispetto al miglioramento del tempo dai preliminari all’inizio del rapporto sessuale ( P=0.147 ).

Gli eventi avversi correlati al trattamento non differivano tra i due gruppi ( p maggiore di 0.05 ), e non è stato osservato alcun evento avverso grave.

In conclusione, una bassa dose di Dapoxetina combinata con Mirodenafil ha mostrato risultati migliori in termini di tempo di latenza eiaculatoria intravaginale, tempo complessivo dell’atto sessuale e punteggio dell'indice PEP, e simili eventi avversi, rispetto al solo trattamento con Dapoxetina.
I risultati dello studio sono a supporto dell'ipotesi che gli inibitori PDE5 possono avere un ruolo nel trattamento della eiaculazione precoce senza disfunzione erettile. ( Xagena2013 )

Lee WK et al, J Sex Med 2013; Epub ahead of print

Uro2013 Farma2013


Indietro